Home > News > Comunicati Stampa Finanziari > Cda approva progetto di Bilancio al 31-12-2016

Cda approva progetto di Bilancio al 31-12-2016

Best Union Company Spa – Il Consiglio di Amministrazione approva il Progetto di Bilancio di esercizio al 31 dicembre 2016 e il Bilancio Consolidato di Gruppo al 31 dicembre 2016 :

• Ricavi consolidati pari a 56.750 mila Euro (60.360 mila Euro nel 2015)
• EBITDA consolidato a 7.121 mila Euro (9.295 mila Euro nel 2015)
• EBIT consolidato pari a 2.949 mila Euro (4.189 mila Euro nel 2015 )
• Risultato Netto di Gruppo pari a 2.383 mila Euro (2.603 mila Euro nel 2015)
• Indebitamento Finanziario Netto pari a Euro 1.195 mila (era pari a Euro 4.809 mila al 31 dicembre 2015)

Bologna, 30 marzo 2017 – Il Consiglio di Amministrazione di Best Union Company Spa, riunitosi oggi, ha esaminato ed approvato il Progetto di Bilancio di esercizio della società al 31 dicembre 2016 nonché il Bilancio Consolidato di Gruppo al 31 dicembre 2016.
Il Gruppo ha realizzato nell’esercizio 2016 una buona performance in termini di Ricavi, di EBITDA, di Risultato Operativo e di utile netto. Si registra inoltre una performance positiva a livello di utile netto che risulta pari a 2.383 mila euro. Dal punto di vista finanziario il Gruppo registra una consistente riduzione dell’esposizione finanziaria con un Indebitamento Finanziario Netto che passa da 4.809 mila euro dello scorso esercizio a 1.195 mila euro nel 2016.
A livello consolidato, nel 2016, il Gruppo ha conseguito Ricavi pari a 56.750 mila Euro, in diminuzione del 5,98% rispetto a Euro 60.360 migliaia dell’anno precedente. Il decremento dei Ricavi è dovuto principalmente alla conclusione di alcuni progetti di durata annuale tra cui il più importante EXPO 2015, oltre ad altre commesse correlate all’evento; l’EBITDA adjusted ha evidenziato un risultato pari a Euro 7.121 migliaia (12.5% dei Ricavi) rispetto a Euro 9.295 migliaia dell’esercizio precedente (15,4% dei Ricavi).
L’andamento dei ricavi nell’esercizio 2016 è stato influenzato:
• dalla buona e significativa performance della Capogruppo Best Union Company S.p.A. che, al netto dei ricavi derivanti da alcune commesse straordinarie realizzate nell’esercizio precedente, ha rilevato una crescita significativa;
• dai ricavi derivanti dall’acquisizione del ramo d’azienda ticketing di Zucchetti Regulus, che sono stati consolidati all’interno di Best Union Company S.p.A per un periodo di 5 mesi;
• dall’incremento delle performance della controllata HB Communication in crescita a livello di ricavi rispetto al 2015;
• dal costante incremento dei ricavi sui mercati esteri, con particolare riferimento a Best Union USA ed IREC, che hanno avuto una crescita in termini di fatturato dovuta all’acquisizione di nuove commesse di durata pluriennale;
• dai ricavi derivanti dal business di Enta Australasia, società licenziataria del software Enta di proprietà di Best Union UK, acquisita ad inizio Ottobre 2016 i cui ricavi sono stati consolidati all’interno del Gruppo per un periodo di 3 mesi.

Per quanto riguarda la ripartizione del fatturato per segmenti di business, si evidenzia quanto segue:
• Settore “Fiere”: si registra un decremento di fatturato rispetto all’esercizio precedente, che passa da 14,9 milioni di euro del 2015 a 8,5 milioni di euro dell’esercizio 2016. Tale decremento è dovuto principalmente alla conclusione della commessa EXPO 2015. Nel complesso, il settore ha comunque riscontrato un positivo andamento della marginalità, con un EBITDA di settore pari a 17,2%;
• Settore “Leisure & Entertainment e Cultura”: si registra una buona performance in termini di ricavi, che passano da 40,2 milioni di Euro nel 2015 a 42,5 milioni di Euro nel 2016. L’EBITDA di settore è pari a 10,8%;
• Settore “Sport”: si registra un incremento dei ricavi rispetto all’esercizio precedente, che passano da 5,2 milioni di Euro nel 2015 a 5,7 milioni di Euro nel 2016. La marginalità di settore è pari a 7,1%.

Evoluzione delle attività nel corso dell’esercizio 2016
Nel corso del 2016 le attività del Gruppo si sono concentrate principalmente sulle seguenti attività:
• azioni di sviluppo strategico sia a livello domestico che a livello internazionale;
• gestione del progetto di consolidamento e integrazione delle società e business unit incorporate e/o acquisite;
• azioni mirate alla razionalizzazione della struttura, con particolare riferimento alla chiusura delle società non strategiche o non attive, alla condivisione di procedure interne standard, all’implementazione di un nuovo modello organizzativo;
• sviluppo di attività commerciali per l’acquisizione di nuove commesse anche attraverso la partecipazione a bandi pubblici nazionali e gare internazionali, per il mantenimento della clientela in portafoglio e l’avvio di nuove e importanti commesse;
• implementazione di partnership commerciali volte al consolidamento della base clienti, attraverso l’ampliamento e la diversificazione della propria offerta, e al prolungamento dei rapporti ritenuti strategici in una ottica pluriennale;
• costante attenzione al mercato interno ed internazionale allo scopo (i) di verificare potenziali acquisizioni di società attive in segmenti o mercati complementari a quelli in cui opera il Gruppo e (ii) di realizzare accordi commerciali con altre realtà imprenditoriali complementari al core business del Gruppo;

…………

Scarica l’intero Comunicato Stampa in pdf