Home > News > Comunicati Stampa > Cda approva Progetto di Bilancio al 31/12/2015

Cda approva Progetto di Bilancio al 31/12/2015

Best Union Company Spa – Il Consiglio di Amministrazione approva il Progetto di Bilancio di esercizio al 31 dicembre 2015 e il Bilancio Consolidato di Gruppo al 31 dicembre 2015[1]:

Ricavi consolidati in crescita del 20,51% e Risultato Operativo in aumento di Euro 3.618 migliaia.

  • Ricavi consolidati pari a 60.360 mila Euro (50.085 mila Euro nel 2014) +20,51%
  • EBITDA consolidato a 9.295 mila Euro (5.104 mila Euro nel 2014) +82%
  • EBIT consolidato pari a 4.189 mila Euro (571 mila Euro nel 2014 )
  • Risultato Netto di Gruppo pari a 2.603 mila Euro (negativo per 341 mila Euro nel 2014)
  • Indebitamento Finanziario Netto pari a Euro 4.809 mila (era pari a Euro 4.757 mila al 31 dicembre 2014)

Bologna, 24 marzo 2016 – Il Consiglio di Amministrazione di Best Union Company Spa, riunitosi oggi, ha esaminato ed approvato il Progetto di Bilancio di esercizio della società al 31 dicembre 2015 nonché il Bilancio Consolidato di Gruppo al 31 dicembre 2015.

Il Gruppo ha realizzato nell’esercizio 2015 una performance estremamente positiva in termini di Ricavi, di EBITDA e di Risultato Operativo. Si registra inoltre una performance positiva a livello di utile netto che risulta pari a 2.603 mila euro.

A livello consolidato, nel 2015, il Gruppo ha conseguito Ricavi pari a 60.360 migliaia Euro, in aumento del 20,51% rispetto a Euro 50.085 migliaia dell’anno precedente. La performance dei ricavi è dovuta ad una crescita significativa delle attività sia a livello nazionale sia a livello internazionale; l’EBITDA adjusted ha evidenziato un risultato pari a Euro 9.295 migliaia (15,4% dei Ricavi) rispetto a Euro 5.104 migliaia dell’esercizio precedente.

L’incremento dei ricavi nell’esercizio 2015 è stato influenzato:

  • dal consolidamento integrale dell’attività della controllata francese IREC SaS;
  • dalla gestione dei servizi di ticketing e controllo accessi per l’evento mondiale EXPO 2015, tenutosi da maggio ad ottobre a Milano; si segnala che le attività dell’Esposizione Universale sono state avviate sin dal 2013, con le attività di progettazione, sviluppo e implementazione del Sistema Integrato di Biglietteria Elettronica e Controllo degli Accessi dedicato alla gestione della manifestazione stessa, le cui vendite, attraverso i portali B2C e B2B realizzati dal Gruppo Best Union come front end web della piattaforma BOS, sono iniziate sin dal mese di settembre 2014;
  • dalla buona e significativa performance della Capogruppo Best Union Company S.p.A.;
  • dall’incremento delle attività della controllata Charta srl (le cui attività sono state incorporate all’interno di Best Union alla fine del 2015) con particolare riferimento al comparto B2C;
  • dall’incremento delle performance della controllata HB Communication;
  • dal costante incremento dei ricavi sui mercati esteri, in cui il Gruppo opera, grazie all’acquisizione di nuove commesse anche di durata pluriennale.

Per quanto riguarda la ripartizione del fatturato per segmenti di business, si evidenzia quanto segue:

  • Settore “Fiere”: si registra un incremento di fatturato rispetto all’esercizio precedente, che passa da 10,1 milioni di euro del 2014 a 14,9 milioni di euro dell’esercizio 2015, andamento dovuto anche ed in particolare alla commessa EXPO Milano 2015. Nel complesso, il settore ha comunque riscontrato un positivo andamento della marginalità, in netto miglioramento rispetto all’anno precedente;
  • Settore “Leisure & Entertainment e Cultura”: si registra un’ottima performance in termini di ricavi, che passano da 32,0 milioni di Euro nel 2014 a 40,2 milioni di Euro nel 2015. La performance del settore in termini di marginalità continua ad essere molto buona ed in linea con l’anno precedente;

Settore “Sport”: si registra una diminuzione dei ricavi rispetto all’esercizio precedente, che passano da 7,9 milioni di Euro nel 2014 a 5,2 milioni di Euro nel 2015. Tale diminuzione è dovuta essenzialmente all’uscita dal perimetro di consolidamento del Consorzio Stadium che e’ stata considerata come attivita’ destinata alla vendita.

[1] Le procedure di audit dei dati riportati sono in fase di ultimazione per cui potrebbero subire minori variazioni prima dell’approvazione da parte dell’Assemblea dei Soci. In ogni caso,  la  Relazione della Società di Revisione portante certificazione del bilancio sarà  messa integralmente a disposizione del pubblico insieme alla Relazione Finanziaria Annuale nei termini di legge.

 Scarica l’intero comunicato in pdf